Le certificazioni NOS

Armadi blindati

Il rilascio del NOS consente alla Pubblica amministrazione, alla ditta individuale, alla società, alla persona giuridica di diritto privato, all'ente o all'associazione, già legittimati alla trattazione di informazioni classificate, di poter impiegare una persona, in attività che comportano la necessità di trattare informazioni classificate «SEGRETO» e «SEGRETISSIMO».

Il rilascio del NOS è subordinato al favorevole esito di un preventivo procedimento di accertamento soggettivo sulla base delle disposizioni emanate dal Presidente del Consiglio dei Ministri, a seguito del quale deve essere comunque esclusa dalla trattazione di informazioni classificate la persona il cui comportamento nei confronti delle istituzioni democratiche non dia sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà ai valori della Costituzione repubblicana ed alle ragioni di sicurezza dello Stato, nonché ai fini della conservazione del segreto.

Il richiedente ha necessariamente bisogno di soddisfare dei requisiti di sicurezza che verranno accertati dalle Forze di Polizia dello Stato con apposito sopralluogo previo rilascio della certificazione.

Certificazione "SEGRETO"
Per il rilascio della certificazione livello “segreto” il richiedente dovrà installare un tipo di cassaforte o armadio corazzato, munito di chiusura con chiave a doppia mappa e di sistema a triplice combinazione variabile incorporata, in locale protetto, da destinare esclusivamente alla conservazione di documentazione coperta dal Segreto di Stato di cui l'azienda potrebbe entrare in possesso.

Per casseforti o armadi blindati con peso inferiore ai 200 kg, vi è l’obbligo di ancoraggio al muro o al pavimento a mezzo di tasselli ad espansione o chimici

Per casseforti o armadi con peso uguale o superiore ai 200 Kg non vi è l’obbligo di ancoraggio.

 

 Casseforti antiscasso

Le casseforti certificate antiscasso rappresentano il fiore all’occhiello della tecnologia e dell’esperienza di anni in materia di sicurezza in quanto rappresentano una garanzia grazie alla loro resistenza agli attacchi meccanici testata da laboratori riconosciuti a livello internazionale secondo standard dettati dalle Normative Europee in vigore. Proprio questa garanzia le rende un prerequisito obbligatorio al raggiungimento della Certificazione Segretissimo.
Certificazione “SEGRETISSIMO”
Per il rilascio della certificazione livello “segretissimo” il richiedente dovrà obbligatoriamente installare un tipo di cassaforte o armadio Certificato Classe I Euro VdS 2450 UNI EN 1143-1 munito di serratura certificata Classe I UNI EN 1300-1, posizionata in locale protetto con porta blindata certificata Classe III EN/1627, da destinare esclusivamente alla conservazione di documentazione coperta dal Segreto di Stato di cui l'azienda potrebbe entrare in possesso.

 

Porte di sicurezza blindate

La porta di sicurezza blindata in classe III o IV secondo Normativa in vigore EN 1627 è progettata secondo le esigenze del cliente e del locale da blindare. La resistenza all’effrazione rappresenta la caratteristica prioritaria, in quanto viene ideata, progettata e realizzata per proteggere innanzitutto le persone, gli ambienti e gli oggetti da pericolose intrusioni esterne, atti di vandalismo, violazioni e indiscrezioni.
La resistenza all’effrazione, in termini di requisiti, classificazione e metodologie di prove, è regolamentata da norme europee (EN 1627, EN 1628, EN 1629 e EN 1630) che definiscono i test da effettuare sui campioni:
• prova di carico statico
• prova di carico dinamico
• prova di attacco manuale
Se tutti i test hanno esito positivo, il campione viene classificato, secondo la norma UNI ENV 1627, in specifiche classi di appartenenza che vanno dalla 1 alla 6 in senso migliorativo.